migliori pantaloni da sci 2021

I migliori pantaloni da sci per il 2021

Nel corso di diversi mesi, abbiamo acquistato e testato 39 paia di pantaloni da sci. I nostri esperti hanno classificato 13 dei migliori pantaloni da sci, sulla base di test approfonditi che sono durati mesi e hanno fatto divertire, dal Monte Bianco a Grand Targhee a Cortina. Sia che gli dei della neve fresca ci abbiamo baciato o che abbiamo fatto delle tracce sul ghiaccio, abbiamo messo alla prova ogni modello, valutando le loro prestazioni.
I pantaloni da sci ideali dovrebbero funzionare per adattarsi comodamente, mantenere asciutto, sfogare il calore in eccesso, tenere caldo sugli impianti di risalita e avere caratteristiche pratiche, il tutto offrendo uno o due punti di stile. Abbiamo valutato ogni paio in base a questi meriti, ottenendo una valutazione dettagliata che vi guiderà al vostro prossimo paio.

Arc’Teryx Sabre AR

Consigliamo l’Arc’Teryx Sabre AR a chiunque se lo possa permettere. La costruzione è di prim’ordine. I materiali sono immacolati, e il loro equilibrio di prestazioni li aiuta a eccellere in tutto, dalle lunghe giornate in carica nel resort ai cocktail bar eleganti di Aspen. La loro costruzione a 3 strati con rivestimento in pile spazzolato è unica sul mercato e molto confortevole. Forniscono un’eccellente protezione dalle intemperie, calzano come un guanto e ventilano bene. Sono anche adatti per lo sci di fondo, con prestazioni affidabili a tutto tondo.

I pantaloni Sabre AR sono costosi, e ci sono molte altre opzioni che si avvicinano alle loro prestazioni ad un prezzo molto più basso. L’isolamento è relativamente sottile, quindi non sono super caldi (anche se la maggior parte degli sciatori preferisce lo strato sottostante). Ma se siete disposti a spendere soldi, questi pantaloni sono eccellenti, e dureranno a lungo. In breve, sono il pacchetto totale di un paio di pantaloni da sci.

Pro
Protezione Fodera sfocata Vestibilità da sogno


Contro
Prezzo Poche tasche Tessuto rigido

Acquista ora in offerta a €500 (prezzo di listino €550)

The North Face insulated

Per il loro costo, i pantaloni The North Face Freedom Insulated Pants sono eccellenti. Sono altamente resistenti alle intemperie, caldi, durevoli ed eleganti. E tutto questo per una frazione del prezzo dell’Arc’Teryx Sabre AR. Se state cercando un ottimo paio di pantaloni per quasi tutti i giorni della stagione sciistica, questi sono un affare.

Il problema principale che abbiamo con i Freedom Pants è che le tasche e alcune cuciture sono aperte. Le cuciture principali della parte inferiore della gamba sono nastrate, ma la tasca e le cerniere di ventilazione non sono impermeabili. Anche le cuciture che fissano queste cerniere non sono impermeabili. Questo non sarà una preoccupazione per la maggior parte degli sciatori occasionali, ma per i hardcore e gli utenti di tutti i giorni come gli istruttori di sci e pattugliatori, opteremmo per un’alternativa completamente resistente alle intemperie. Nessuno dei pantaloni con cuciture completamente sigillate e cerniere impermeabili è così conveniente come il Freedom Insulated.

Isolamento: Sintetico | Impermeabilizzazione: DryVent

Pro
Ottima performance per costo
Tante opzioni di colore
Abbastanza protettivo
Calore

Contro
Cerniere non sigillate e alcune cuciture
Piccole bocchette di ventilazione

Acquista ora in offerta a €110 (prezzo di listino €160)

Spyder Dare GTX

I pantaloni da sci isolati non possono offrire la stessa versatilità dei loro fratelli non isolati. Alcuni sciatori preferiscono l’isolamento integrato, ma la tendenza del mercato è verso l’isolamento molto leggero o verso design solo per i modelli più difficili. Alcuni sciatori optano per un secondo paio di pantaloni da sci isolati nei giorni più freddi. Per coloro che cercano un paio di pantaloni isolati per riempire la loro “faretra dei pantaloni”, la Spyder Dare GTX è la nostra scelta migliore. Questi pantaloni sono caldi, confortevoli e si adattano molto bene. Nonostante siano spessi a causa del loro isolamento, non abbiamo riscontrato alcuno svantaggio nel nostro raggio d’azione. La resistenza alle intemperie è ottima, meno un piccolo inconveniente menzionato di seguito. Lo stile da pilota non è per tutti, ma dobbiamo ammettere che in certi contesti, in certi contesti, ha un bell’aspetto.

Abbiamo alcuni piccoli problemi con le prese d’aria (preferiamo le prese d’aria esterne per il massimo flusso d’aria – quelle sul Dare sono lungo il cavallo). Ma, queste sono progettate per le giornate fredde, quando è improbabile che si voglia rinunciare al calore. Inoltre, vorremmo che tutte le tasche fossero impermeabili. Nel complesso, però, questi sono i migliori pantaloni isolati per lo sci che abbiamo testato da un po’ di tempo. Quando fa super freddo, lo Spyder Dare è il nostro modello di riferimento.

Isolamento: Sintetico | Impermeabilizzazione: Gore-Tex

Pro
Toasty
In forma e confortevole
Buone caratteristiche
Abbondante resistenza agli agenti atmosferici

Contro
Le cerniere non sono sigillate
La comodità non è per tutti

Acquista ora in offerta a €159 (Prezzo di listino €200)

Yorkton Carbide BIBS

Abbiamo testato molti pettorali nel corso degli anni, e dobbiamo ammettere che non sempre ci piace quello che vediamo. In generale, sono pesanti, restrittivi e soffocanti, e la resistenza agli agenti atmosferici che forniscono non sempre vale questi inconvenienti. Con il bavaglino OR Carbide Bib, siamo stati spazzati via per trovare tutto il comfort e la flessibilità che ci si aspetterebbe da un normale pantalone da lavoro. Infatti, spesso ci siamo dimenticati di indossare i pettorali durante il periodo di prova. Offrono la stessa resistenza agli agenti atmosferici di cui avremmo mai avuto bisogno in una vestibilità comoda e ben adattata. Hanno anche enormi prese d’aria laterali che permettono il flusso d’aria nelle giornate calde.

La configurazione della tasca lascia un po’ a desiderare, dato che ci sono solo due tasche per le mani e una piccola tasca sul petto, e le tasche per le mani sembrano in realtà troppo profonde. Vorremmo anche che i colori fossero un po’ più intriganti. Ma nonostante questi piccoli inconvenienti, raccomandiamo vivamente i bavaglini Carbide, soprattutto se non avete mai dato una possibilità ai bavaglini prima d’ora. Questi sono molto più leggeri e meno ingombranti degli altri bavaglini in commercio. Sono anche abbastanza leggeri da poter essere utilizzati nei giorni di tempesta nel backcountry.

Isolamento: Nessuno | Impermeabilizzazione: Scudo Pertex


Pro
Grande resistenza agli agenti atmosferici
Ottima vestibilità
Ventilazione in abbondanza

Contro
Le salopette non sono per tutti
Caratteristiche minime
Non fornisce calore

Acquista ora in offerta a €269 (Prezzo listino €320)

Outdoor Research Trailbreaker II

I pantaloni da sci di fondo sono utilizzati in modo molto diverso rispetto ai loro parenti inboccati. Hanno bisogno di essere leggeri, traspiranti e di avere delle caratteristiche ponderate, tutte caratteristiche che si adattano perfettamente al design dei pantaloni da sci da discesa. I Trailbreaker 2 sono sottili pantaloni in softshell rinforzati da pannelli impermeabili sulla parte anteriore delle gambe inferiori. Questo permette la massima traspirabilità nella maggior parte dei pantaloni, necessaria per disperdere il calore sui lunghi percorsi in salita mentre si guadagnano le curve. Il tessuto in softshell è intrinsecamente più confortevole rispetto alla sua concorrenza, ma non è altrettanto impermeabile. Questi pantaloni si inzuppano se c’è molta acqua liquida nell’atmosfera. Tuttavia, se la neve è fredda e asciutta, questi pantaloni forniscono una protezione adeguata.

Ci piace anche la leggerezza di questi pantaloni. Anche se ci sono opzioni più leggere, questi ha colpito un punto dolce tra basso peso e durata. Non forniscono molto calore, e la loro resistenza alle intemperie è limitata, ma se sei uno sciatore di fondo, probabilmente sai come comportarti. Noi li raccomandiamo per l’uso quotidiano in backcountry.

Isolamento: Nessuno | Impermeabilizzazione: Pertex Shield+ (parziale)

Pro
Comodo ed elastico
Altamente traspirante
Grandi caratteristiche per il backcountry
Durevole

Contro
Non impermeabile
Calzata comoda

Acquista ora in offerta a €229 (Prezzo listino €240)

Perché dovreste fidarvi di noi


Questa recensione vi è stata presentata dalla guide sciistice, esperti di prevenzione valanghe, dalla guide alpine collaboratori di Enersport Giorgio, Massimo e Marco. Giorgio vive, scia e guida a Cortina, uno dei luoghi più freddi e nevosi del paese. Scia quasi tutti i giorni dell’inverno, e si prende dei giorni di riposo solo quando le sue gambe implorano una pausa. L’attrezzatura di Giorgio deve lavorare giorno dopo giorno, perché la mette a dura prova, sia a livello ricreativo che professionale. Queste esigenze e gli anni di esperienza lo rendono un esperto informato ed esigente dell’abbigliamento da sci. Il lavoro di guida di Giorgio comprende molto sci, oltre a un mix di arrampicata su roccia, escursionismo e arrampicata su ghiaccio. L’anno scorso, Giorgio ha registrato oltre 100 giorni di sci, oltre a 70 giorni di guida sugli sci.

Per noi, trovare il miglior paio di pantaloni da sci inizia con una considerevole ricerca di mercato, che alla fine ha prodotto i modelli di punta qui discussi. I test sono stati effettuati in gran parte sul campo nelle stazioni sciistiche di Grand Targhee e Cortina.
Abbiamo testato ogni paio di pantaloni in almeno due climi diversi, dalle ventose tempeste del Monte Bianco alle gelide giornate limpide di Cortina. Spesso abbiamo fatto una corsa al giorno in ogni coppia, cambiando i pantaloni tra una corsa e l’altra per ottenere confronti comparabili tra i prodotti. Non potendo sempre contare sulla pioggia durante il periodo di prova, abbiamo osservato la resistenza all’acqua di ogni coppia indossandoli sotto la doccia per 5 minuti e controllando la penetrazione dell’acqua. Durante tutto il processo di prova, abbiamo prestato attenzione ad importanti attributi come il calore, la ventilazione, il comfort e le caratteristiche.

Analisi e risultati dei test

Chiediamo molto ai nostri pantaloni da sci e da snowboard. Devono resistere al vento, alla neve e forse anche alla pioggia. Devono essere comodi, alla moda e durevoli. Oltre a tutto questo, devono essere versatili per tutte le condizioni che l’inverno potrebbe offrirci. La maggior parte degli sciatori possiede alcune giacche e strati superiori diversi, ma in genere possiede solo un paio di pantaloni da sci o da snowboard. Noi mescoliamo e abbiniamo questi strati superiori per affrontare tutto, dai giorni di tempesta nel resort alle giornate calde nel backcountry, ma ci aspettiamo che il nostro singolo paio di pantaloni si comporti bene in tutte queste condizioni. Fortunatamente, le nostre gambe sono robuste. Se le nostre gambe diventano un po’ fredde, o bagnate, o calde, non è la fine del mondo. Pertanto, un paio di pantaloni è di solito sufficiente per qualsiasi tempo da sci.

Valore


La nostra selezione di pantaloni si estende su una vasta gamma di prezzi, dalle opzioni di budget ai pantaloni che richiedono un serio investimento. La buona notizia è che si può ancora fare molto bene con prodotti a basso prezzo. Tranne che nelle condizioni atmosferiche più sfavorevoli, i prodotti meno costosi che abbiamo testato possono fare tutto ciò che serve.
La resistenza alle intemperie è ciò che distingue i prodotti più costosi.
Per proteggersi completamente da ogni goccia d’acqua, da ogni fiocco di neve e da ogni sussurro di vento, i pantaloni ben sigillati costano quasi sempre di più. Con il costo aggiuntivo si aggiungono anche alcuni miglioramenti di durata, una maggiore ventilazione, aggiornamenti di moda e raffinatezza generale. Detto questo, tutti i pantaloni di questa recensione proteggeranno dalla maggior parte delle condizioni atmosferiche che si incontrano sulle piste, e le caratteristiche extra e lo stile che si trovano nelle opzioni più costose sono in definitiva inutili per molti sciatori.

Da un lato dello spettro, i pantaloni isolati REI Powderbound forniscono calore, moderata resistenza agli agenti atmosferici e caratteristiche utili ad un prezzo conveniente. Abbiamo trovato il maggior valore per dollaro nei pantaloni The North Face Freedom Insulated, che sono un paio di pantaloni caldi, ben aderenti e comodi che sono un affare, considerando che si sentono come pantaloni che vanno per il doppio del prezzo. D’altra parte, i nostri pantaloni da sci preferiti, gli Arc’teryx Sabre AR, sono pesanti sul portafoglio, ma l’eccellente resistenza alle intemperie, i tessuti confortevoli e la vestibilità raffinata sono in linea con il prezzo.

Resistenza alle intemperie


La resistenza alle intemperie è la nostra priorità assoluta nella valutazione dei pantaloni da sci. Questa resistenza è una funzione sia del tessuto del guscio che del design dell’indumento. Tutti i pantaloni che abbiamo testato hanno tessuti esterni adeguati e resistenti alle intemperie per l’uso quotidiano di Bluebird, e molti tessuti sportivi completamente impermeabili. Tuttavia, il tessuto è privo di significato senza un design ponderato.
I pantaloni devono avere polsini interni separati e stretti, cerniere e patelle solide e una finitura idrorepellente (DWR) a lunga durata. Questo DWR è ciò che rende l’acqua “perlina” sulla superficie del tessuto. Blocca la luce e mantiene il tessuto del viso asciutto. Questo è importante per la protezione dalle intemperie, ma assicura anche che il laminato del tessuto rimanga traspirante.

Vestibilitá e comfort


Una buona tecnica di sci è importante sia per il piacere di questo sport che per ridurre il rischio di infortuni. Se non possiamo muoverci liberamente, la nostra tecnica potrebbe essere limitata o alterata, portando ad un minor divertimento sulle piste e ad un’esperienza potenzialmente pericolosa. Pantaloni da sci ben aderenti e comodi non ostacolano affatto il nostro movimento, mentre pantaloni da sci poco aderenti si sentono restrittivi e limitanti. Naturalmente, la vestibilità e il comfort dipendono dal tipo di corpo. Alcuni pantaloni sono caratterizzati da una vestibilità sottile attraverso le cosce e le ginocchia, mentre altri sono larghi e sciolti. Nella nostra esperienza, il pantalone da sci perfetta vestibilità si siede da qualche parte proprio nel mezzo – non troppo stretto e non troppo sciolto. Ognuno è diverso, quindi fate attenzione alle nostre foto, e vedere se i nostri tester hanno lo stesso tipo di corpo come te. Nel nostro periodo di prova, siamo stati in grado di far valutare tutti i pantaloni a più tipi di corpo. Abbiamo provato a testare la taglia Medium pants, ma in un paio di casi abbiamo dovuto restituirli e ottenere la taglia Large.
La vestibilità va di pari passo con il comfort. Un paio di pantaloni ben tagliati saranno più comodi da indossare. Inoltre, abbiamo preso in considerazione la struttura del tessuto. I pantaloni spessi e rigidi senza fodera, come il FlyLow Baker Bib, non sono così comodi come il più leggero e flessibile OR Carbide Bib, Patagonia Powder Bowl, o Arc’teryx Sabre AR. Sul ripiano superiore della mobilità e del comfort si trovano i tessuti leggeri e softshell dei modelli backcountry. Occupano un regno del tutto diverso del comfort.
I pantaloni backcountry della nostra recensione sembrano pigiami rispetto a tutte le altre opzioni. E’ una buona cosa perché passerete molto tempo a fare escursioni in salita con questi pantaloni, quindi devono essere super confortevoli. Abbiamo trovato l’OR Trailbreaker II un po’ più sciolto e quindi più comodo del Norrona Lyngen Hybrid.

Il trailbreker II é molto elastico ottimo per acrobazie


Tra i pantaloni a tre strati, l’Arc’teryx Sabre AR e le salopette OR Carbide Bibs sono i più comodi. Questi pantaloni si flettono e si muovono molto bene con il nostro movimento del corpo, senza tessuti rigidi o rigidi. Le FlyLow Chemical e FlyLow Baker salopette, al contrario, sono caratterizzate da un tessuto rigido e da una sartoria un po’ ingombrante. Il pantalone Picture Yakuomo salopette ha una fodera in morbido pile. I pantaloni The North Face Freedom Insulated e Spyder Dare hanno entrambi un isolamento sintetico, che è molto confortevole, anche se il Freedom offre un taglio leggermente più sciolto e meno costrittivo. I salopette Marmot Discovery hanno un tessuto morbido ed elastico che accoglie un’ampia gamma di movimenti


Ventilazione

Ogni giorno sulle piste da sci è diverso, dalle giornate calde, soleggiate e senza vento alle giornate brutalmente fredde e tempestose che ci sembra di ricordare. La maggior parte degli sciatori possiede solo una o due paia di pantaloni da sci, e questi pantaloni devono tenerci caldi nei giorni più freddi della stagione. Il resto del tempo, i nostri pantaloni possono essere troppo caldi e devono essere in grado di dissipare il calore in eccesso dalle nostre gambe nell’atmosfera esterna. Idealmente, nei giorni più freddi, i nostri pantaloni possono mantenere tutto il nostro calore corporeo all’interno, e nei giorni più caldi, i nostri pantaloni possono ventilare per far fuoriuscire un po’ del nostro calore. I tessuti traspiranti e softshell lasciano fuoriuscire l’aria calda ogni giorno dell’anno e non sono l’ideale per i giorni più freddi. Le aperture di ventilazione con cerniera permettono all’utente di scegliere quando far fuoriuscire l’aria e quando intrappolare l’aria calda all’interno. Alcuni dei pantaloni di questa recensione sono pantaloni di nicchia che sono progettati per le giornate calde in primavera o per le condizioni più fredde possibili, ma la maggior parte sono da qualche parte nel mezzo.

La maggior parte della ventilazione è fornita da aperture per le cosce con cerniera. Tutti i pantaloni che abbiamo testato hanno una sorta di bocchette di ventilazione. Le aperture di ventilazione sia all’interno che all’esterno della coscia permettono il massimo flusso d’aria. Le prossime migliori sono lunghe bocchette esterne senza rete, poi bocchette esterne con rete. Le bocchette meno efficaci sembrano essere quelle che sono a rete e si trovano all’interno della gamba. Sfortunatamente, questo è lo schema di ventilazione più comune nel nostro confronto. La rete tiene fuori un po’ di neve, ma inibisce anche il flusso d’aria. Noi non preferiamo la rete, ma la maggior parte dei pantaloni orientati ai ristoranti includono la rete a guardia delle bocchette di ventilazione. Se si guida molto caldo e si fa un bel capitombolo, le bocchette di ventilazione a rete sono probabilmente una buona opzione.


I pantaloni Flylow Baker Bibs e i pantaloni Flylow Chemical meritano una menzione speciale per le loro prese d’aria interne ed esterne. Questi pantaloni forniscono la migliore ventilazione delle opzioni di pantaloni impermeabili. Doppie prese d’aria su ogni gamba creano un flusso d’aria vorticoso che non solo attraversa, ma viaggia anche su e giù per le gambe all’interno dei pantaloni. Nessun altro pantalone nella nostra recensione ha due prese d’aria su ogni gamba.

Le lunghe bocchette di ventilazione senza rete del Trailbreaker II per la ricerca all’aperto e del Norrona Lyngen Hybrid sono super efficaci. Inoltre, entrambi questi modelli utilizzano il tessuto softshell, che è molto più traspirante anche dei pantaloni hardshell più ventilati. Anche se i modelli Flylow offrono un maggiore flusso d’aria, questi due modelli specifici per il backcountry scaricano il calore in modo più efficace nel complesso per fornire la massima ventilazione di qualsiasi pantalone del gruppo di prova.

Tra il resto, le lunghe aperture di ventilazione sull’Arc’teryx Sabre AR e OR Carbide forniscono un’adeguata ventilazione per l’uso in resort e backcountry. Il Patagonia Powder Bowl lungo sfiati sulla parte esterna della gamba, ma la rete blocca il pieno flusso d’aria. Le bocchette The North Face Freedom Insulated e Spyder Dare sono situate all’interno della gamba e hanno un supporto in rete. Queste hanno fornito il minimo scambio d’aria e scarico di calore nel nostro periodo di prova.

Calore

Come in tutti gli abiti per il freddo, anche l’isolamento è importante. È importante notare, tuttavia, che la maggior parte degli sciatori pensa poco all’isolamento dei pantaloni perché i nostri corpi inferiori non sono così sensibili al freddo come la parte superiore del corpo. In condizioni di freddo, la stratificazione sotto di solito funziona meglio. Così abbiamo testato il calore, ma non abbiamo messo molto peso su questa metrica. I pantaloni più caldi del nostro test sono la scelta migliore per le condizioni di freddo, lo Spyder Dare, e il miglior valore Freedom Insulation.

Il nostro pantalone isolato preferito è la Spyder Dare. Questo prodotto ha prestazioni elevate nella misurazione del calore, pur rimanendo relativamente confortevole e resistente alle intemperie. Quando si scia in condizioni veramente frigide, si raggiunge il pantalone Dare rispetto agli altri. Detto questo, sono troppo caldi per la maggior parte dei giorni in una destinazione sciistica più mite.

I pantaloni costruiti con la costruzione a “2 strati”, come il Patagonia Powder Bowl, il Picture Yakuomo salopette e il Marmot Discovery salopette, offrono la giusta quantità di calore per la maggior parte delle condizioni di sci negli Stati Uniti. Separato dal guscio esterno c’è un rivestimento appeso, in rete o in pile. Lo spazio d’aria tra gli strati di tessuto aggiunge solo un tocco di calore senza farli diventare “troppo caldi”.

I pantaloni a solo guscio (“tre strati”) come i pantaloni da neve chimici FlyLow e le salopette FlyLow Gear Baker hanno il minor isolamento possibile. Il modello Arc’Teryx Sabre AR preferito dagli editori è realizzato con una costruzione a tre strati, ma lo strato interno è sfocato. Questo aggiunge abbastanza calore da simulare il valore di isolamento dei pantaloni “a due strati” con costruzione a tre strati.

I pantaloni backcountry e il calore richiedono un’ulteriore discussione. Lo sci di fondo è più caldo (in salita) e più freddo (in caso di emergenza anche minima, senza un lodge disponibile) rispetto al normale sci di fondo. Per le emergenze portiamo strati extra e scegliamo i nostri pantaloni da sci primari per la parte in salita. I nostri pantaloni specifici per lo sci di fondo non sono neanche lontanamente caldi come i nostri pantaloni da resort, per una buona ragione. Di quelli che abbiamo testato, c’era ancora una gamma di calore offerto. I pantaloni OR Tralbreaker II sono realizzati con uno spesso tessuto softshell e sono generalmente abbastanza caldi per la maggior parte delle condizioni, ma anche per scaricare il calore in modo efficace quando necessario. I pantaloni Norrona Lyngen Hybrid sono softshell molto sottili e non forniscono un calore adeguato per le normali condizioni di metà inverno.

Stile


Lo stile è soggettivo. Tuttavia, alcune regole sono generalmente valide. Molti sciatori preferiscono pantaloni che si mimetizzano con la folla e usano le loro giacche per fare una dichiarazione di moda. Ma se alla fine della giornata finisci all’abbeveratoio, probabilmente ti toglierai la giacca, nel qual caso i pantaloni saranno il fulcro del tuo look. Inoltre, chiunque abbia mai sciato in una stazione sciistica conosce un sacco di pensieri che entrano nel look generale di un look da sci. E davvero, è un peccato spendere così tanti soldi per un paio di pantaloni che hanno un aspetto terribile.
I pantaloni da sci non devono necessariamente avere un aspetto diverso dai pantaloni da sci. È probabile che possieda meno pantaloni da sci rispetto alle giacche da sci. Scegliete con cura i vostri colori. Si è tentati di andare per uno dei pantaloni colorati disponibili, ma questo limita la vostra selezione giacca. Se si mescolano le giacche, i pantaloni grigi o neri sono tradizionalmente i più versatili. Ma al giorno d’oggi, i pantaloni da sci sono disponibili in una varietà di colori tenui che si diramano dalle norme, come il kaki e il blu navy. Alcuni prodotti sono ancora disponibili in colori più vivaci, ma non tutti.

Anche la vestibilità è una componente importante dello stile. Una calzata baggy fit sta sbiadendo in popolarità. Gli snowboarder possono cavarsela con più “sag” e tessuto extra, dato che le loro gambe rimangono a distanza fissa. Gli sciatori richiedono un maggiore raggio di movimento. Gli utenti del backcountry, sia con gli sci che con lo snowboard, hanno bisogno di un raggio di movimento ancora maggiore rispetto agli sciatori del resort.

Evidenziando questi cambiamenti di stile, l’Arc’teryx Sabre AR è dimagrito negli anni che abbiamo testato. L’ultima iterazione si adatta meglio dei suoi antenati senza perdere la mobilità. Lo Spyder Dare ha una vestibilità aderente, uno stile sofisticato, ed è disponibile in più colori rispetto al passato. I pantaloni The North Face Freedom Insulated sono i pantaloni più neutri della nostra recensione, e hanno un aspetto fantastico. I pantaloni Marmot Discovery Bibs e Flylow Baker Bibs sono un po’ sciolti per i nostri gusti, ma molti sciatori e motociclisti preferiscono il look baggy.

Conclusione


Può essere un compito scoraggiante scegliere il paio di pantaloni da sci perfetto. Con le numerose opzioni disponibili, come si fa a scegliere? La resistenza alle intemperie, il comfort e la durata sono i fattori più importanti per la maggior parte degli sciatori, ma anche lo stile e le caratteristiche sono importanti per alcuni. C’è un buon paio di pantaloni per ogni budget. Avere il giusto paio di pantaloni da sci può fare o rompere un viaggio. I nostri consigli vi aiuteranno a massimizzare il vostro divertimento sulle piste.